Incentivi per la ristorazione. Industria 4.0 e normativa Resto al Sud. Come gli chef possono aggiornare le proprie cucine

30 Giugno 2021 / News

Il settore della ristorazione e tutto il comparto Ho.Re.Ca. deve puntare su innovazione dei macchinari e qualità dei servizi offerti ai propri clienti per ripartire e lasciarsi alle spalle il lunghissimo periodo di chiusure dovuto alla situazione sanitaria del Covid-19.

Un cambiamento radicale del modo di proporsi al cliente e di lavorare che inevitabilmente comporterà anche un sostanzioso investimento da parte degli imprenditori che però possono contare anche su misure ed incentivi economici messi in campo dal Governo per sostenere tutto il settore. 

In particolare sono due le agevolazioni destinate a chef ed aziende del settore con le quali è possibile rinnovare ed acquistare macchinari, impianti e attrezzature da inserire nella propria attività; parliamo degli incentivi legati all’Industria 4.0 e la normativa “Resto al Sud”.

Ecco nel dettaglio quali sono le caratteristiche per richiedere gli incentivi e soprattutto quali macchinari possono essere acquistati.

INDUSTRIA 4.0

L’ex Piano Nazionale Industria 4.0 (oggi Transizione 4.0), offre alle aziende italiane incentivi e strumenti per cogliere le opportunità dell’innovazione e del digitale legate alla quarta rivoluzione industriale. La manovra 2021 (comma 1059 legge 187/2020) consente di accedere al credito d’imposta Transizione 4.0 fruendone in compensazione, in tre quote annuali di pari importo, oppure in un’unica quota annuale nel caso di investimenti in beni strumentali effettuati dal 16 novembre al 31 dicembre 2021, da parte di imprese con ricavi fino a 5 milioni di euro.

In particolare, per il settore sono molto vantaggiosi le opzioni di Super e iper-ammortamento:  il credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali sono modulati nel seguente modo:

  • acquisto macchinari nuovi: al 6% fino a un tetto di 2 milioni di euro
  • macchinari innovativi in chiave Industria 4.0 a cui si applicava l’iper-ammortamento, elencati nell’allegato A della legge 232/2016: 40% fino a 2,5 milioni di euro, 20% da 2,5 a 10 milioni di euro

RESTO AL SUD

Resto al Sud è un incentivo per favorire la nascita di nuove attività imprenditoriali nel Mezzogiorno e nel Centro Italia, che prevede contributi economici fino a 200 mila euro per nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria). L’incentivo è destinato a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 55 anni, non ci sono bandi, scadenze o graduatorie: coloro che desiderano richiedere le agevolazioni per le imprese del Sud possono inviare apposita domanda online, tramite il portale web di Invitalia. Generalmente Invitalia valuta i progetti imprenditoriali entro 60 giorni dal ricevimento della domanda. L’iter di valutazione comprende anche un colloquio online con i proponenti.

Sono finanziabili:

  • attività produttive nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • turismo
  • attività libero professionali (sia in forma individuale che societaria)

Sono escluse le attività agricole e il commercio

Resto al Sud copre fino al 100% delle spese, con un finanziamento massimo di 50.000 euro per ogni richiedente, che può arrivare fino a 200.000 euro nel caso di società composte da quattro soci.

Per le sole imprese esercitate in forma individuale, con un solo soggetto proponente, il finanziamento massimo è pari a 60.000 euro.

Possono essere finanziate le seguenti spese:

  • ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili (massimo 30% del programma di spesa)
  • macchinari, impianti e attrezzature nuovi
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione
  • spese di gestione (materie prime, materiali di consumo, utenze, canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative) – massimo 20% del programma di spesa

Non sono ammissibili le spese di progettazione e promozionali, le spese per le consulenze e per il personale dipendente.

Come funzionano le agevolazioni

Le agevolazioni coprono il 100% delle spese ammissibili e sono così composte:

  • 50% di contributo a fondo perduto
  • 50% di finanziamento bancario garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi sono interamente a carico di Invitalia.

WAVECO® E INCENTIVI

La nuova waveco® 2021 rientra tra macchinari sui quali è possibile investire per usufruire degli incentivi previsti dal piano Industria 4.0 e la normativa Resto al Sud. Stiamo parlando del nuovo modello di macchina messo in commercio dalla Next Cooking Generation con il quale l’azienda eleva il livello di tecnologia e permette a tutti gli addetti del settore di poter utilizzare l’innovativa tecnica degli ultrasuoni focalizzati della maturazione spinta© all’interno della propria attività.

Grazie all'evoluzione tecnologia di questo nuovo modello 2021, la waveco® è in grado di aumentare il suo rendimento ed avere risultati sul fronte della manipolazione degli alimenti ancora più elevati, riuscendo ad ottenere preparazioni molto più precise e standardizzate.

La nuova waveco® 2021 è industria 4.0 ready e ciò comporta nuove funzionalità di utilizzo come la connessione remota della macchina con tre diverse modalità di messa online, LAN (di serie), Interfaccia WI-FI (Opzionale), Interfaccia dati GSM tramite SIM (Opzionale). La macchina ha inoltre un Profilo VPN dedicato per una connessione diretta con la stessa ovunque l’utente si trovi, web app per una connessione immediata e controllo remoto dei comandi con sistema mirror.

Tutte queste caratteristiche legate all’industria 4.0 permetteranno a chef e ristoratori di beneficiare di una tecnologia innovativa che migliora le condizioni di lavoro, permette la creazione di un nuovo business e aumentare la produttività e la qualità produttiva.

Scopri tutti i dettagli e le caratteristiche della nuova waveco® 2021 Industria 4.0 ready >>>>>

Dove scoprire waveco®

I tecnici e gli chef di Next Cooking Generation ti aspettano presso i Food Lab, i laboratori del gusto dove attraverso una dimostrazione potrai scoprire tutte le caratteristiche e le funzionalità della nuova macchina e naturalmente effettuare un confronto con i nostri chef ed un esaustivo food testing che ti permetterà di constatare l'effettivo valore della macchina ed i suoi vantaggi per la tua attività.

Scopri di più nella sezione del sito dedicata ai Food Lab>>>

Demo professionale

Vuoi vedere waveco® in azione?

I nostri chef ti mostreranno il funzionamento durante dimostrazioni dal vivo nei nostri Food Lab.

foodcost.jpg

Conosci il tuo food cost?

usa il nostro calcolatore
e scopri come ridurlo con waveco®.