Il futuro della ristorazione è indubbiamente legato all’innovazione tecnologica, un processo di ammodernamento delle attrezzature che vengono utilizzate in cucina e che neppure l’attuale situazione di emergenza sanitaria può rallentare. Anzi, in questo caso, questa situazione di pandemia può accelerare il processo di modernizzazione all’interno delle attività del mondo Ho.Re.Ca. che sono costrette da un alto a soddisfare le esigenze legate alla maggiore sicurezza personale ed alimentare e dall’altro provare a contrastare la riduzione dei coperti e l’aumento dei costi. La ristorazione deve dunque oggi più che mai puntare sull’innovazione se vuole sopravvivere a questa situazione di crisi del settore: per il successo è necessario coniugare tradizione e tecnologia andando a sviluppare i metodi e le tecniche utilizzate fino ad oggi con un aiuto di macchinari che permettano di proseguire il trend che porta verso un’alimentazione più sana, cercando di rispettare le proprietà degli ingredienti e delle materie prime, valorizzando il gusto e riducendo gli sprechi di cibo.

Parliamo di attrezzature affidabili anche nei momenti di lavoro più intenso, facili da usare per tutto lo staff – riducendo in questo modo tempi e costi del personale – che rendano efficiente il flusso di lavoro e che ovviamente supportino le scelte dello chef nella creazione di nuove soluzioni culinarie che possano incontrare i gusti e le aspettative dei propri clienti.

Per comprendere meglio come il futuro della ristorazione sia avviato verso l’utilizzo di queste nuove macchine tecnologiche basta entrare nelle cucine dei nuovi ristoranti gestiti da giovani chef o nei ristoranti più famosi e importanti dove chef, stellati e non, negli ultimi anni hanno realizzato dei veri e propri “lab di ricerca del gusto” dove sono andati ad inserire le più moderne attrezzature oggi presenti sul mercato che, oltre a migliorare il loro lavoro in cucina, gli permettono di effettuare una migliore manipolazione degli alimenti ottenendo risultati superiori a quelli realizzabili con le tecniche e attrezzature tradizionali.

Una delle macchine più evolute tecnologicamente e che è già presente nei lab dei grandi chef ed in moltissimi ristoranti in giro per l’Italia e l’Europa e la nostra waveco®, una macchina che – come molti chef che già la utilizzano ci ricordano sempre – offre numerosissimi spunti per risolvere problemi nella cucina quotidiana che si presentano in grande scala nelle cucine professionali: la shelf life degli ingredienti, la sicurezza alimentare, il rispetto delle qualità organolettiche degli alimenti.

La macchina waveco® è un concentrato di innovazione tecnologica, frutto di un lungo lavoro di ricerca e sviluppo portato avanti dalla Next Cooking Generation che è riuscita a brevettare e portare sul mercato una nuova tecnica, la maturazione spinta©, che per prima al mondo utilizza gli ultrasuoni focalizzati per il trattamento di ogni tipo di alimento e che permette di ottenere risultati unici e non ottenibili fino ad oggi con i procedimenti tradizionali, andando così a ridisegnare le tecniche ed i concept di manipolazione alimentare. 

Il valore aggiunto che la tecnologia di waveco® può dare al servizio delle cucine professionali è molto ampio e profondo: utilizzandola in cucina è possibile svolgere le attività di routine in maniera più organizzata e veloce avendo inoltre la possibilità di gestire il personale in maniera più proficua e adeguata nelle varie mansioni, evitando sprechi e costi inutili. 

Grazie alla sua tecnica si possono accelerare in maniera incisiva alcuni processi e preparazioni che normalmente con le tecniche tradizionali richiedono molte ore di lavorazione: questi risparmi di tempo si possono ottenere con qualsiasi tecnica di cucina o alimenti; dagli ortaggi, al pesce o la carne, ad esempio andando a evitare di eseguire lunghi trattamenti di frollatura o cotture prolungate e ottenendo in egual modo un prodotto morbidissimo ma di una migliore qualità sotto il profilo delle caratteristiche nutrizionali.

Utilizzare la maturazione spinta© di waveco® significa inoltre più sicurezza per i cibi: grazie all’azione degli ultrasuoni focalizzati tutti gli alimenti beneficiano della riduzione della carica batterica andando così a incrementare in maniera sensibile la loro shelf life. Questo aspetto è un aiuto fondamentale che consente allo chef di aumentare la durata delle sue materie prime adattandola ai nuovi flussi e ritmi di lavoro e consentendo di garantire sempre la massima freschezza col minimo scarto. 

L’aiuto tecnologico che può dare una macchina come waveco® oggi al mondo della ristorazione è fondamentale: se prima di questa emergenza sanitaria l’innovazione dei macchinari poteva suscitare ancora alcune resistenze e scetticismi, oggi è ancora più evidentemente che questo tipo  di innovazione possa fare una grande differenza nell’affrontare i problemi quotidiani in cucina. 

Purtroppo ancora oggi molte persone, cuochi in questo caso, temono che le macchine possano sostituire l’uomo in ogni aspetto, ma esse hanno bisogno di noi per esistere ed esprimere il loro potenziale, non si tratta quindi di un’alternativa ma di una simbiosi dai grandi vantaggi. Tecnologie in costante evoluzione come la maturazione spinta© di waveco®, ci accompagneranno nel passaggio dalla cucina e dalla ristorazione del passato a quella del futuro.

Continua a seguire il nostro viaggio attraverso l’italia e leggi le interviste agli chef che usano waveco® in cucina; scoprirai come loro hanno superato questa fase di post-pandemia attraverso nuove soluzioni culinarie ed innovazione tecnologiche.

Leggi le interviste>>>>>>

Mentre, per avere maggiori informazioni sulla nostra macchina waveco® e sulla sua tecnica della maturazione spinta© ti invitiamo a scriverci o a contattarci utilizzando il nostro form>>>>